Il palazzo

Palazzo Salis

Il Palazzo Salis a Tirano è uno dei più importanti della Valtellina

Palazzo Salis é rimasto attraverso i secoli sempre di proprietà dei Conti Sertoli Salis. Si sviluppa su una struttura che presenta una facciata di stile tardo-cinquecentesco, fiancheggiata da due torri, con un portale centrale barocco realizzato su disegno del Vignola.
Dall' ingresso s'infila un portico che conduce al suggestivo giardino interno "all'italiana", uno dei più significativi della Lombardia e senz'altro il più noto in Valtellina.
All'interno del palazzo, di notevole interesse troviamo un circuito museale di 10 sale  decorate ed affrescate, tutte recentemente restaurate, tra cui il cosiddetto "Saloncello", importante sala splendidamente affrescata e punto d’incontro del potere politico in Valtellina nel XVII e XVIII secolo, oltre alla chiesetta barocca di famiglia dedicata a S.Carlo Borromeo.

Tutte le sale del museo si affacciano sull’antica corte cinquecentesca detta corte rustica, o “corte dei cavalli”.
L’accesso al museo avviene salendo l’imponente scalone d’onore e transitando per il Salone d'onore, che presenta un soffitto magnificamente affrescato con decorazioni pittoriche settecentesche attribuite al pittore Cucchi e che è stato restaurato negli anni ottanta sotto la supervisione della Soprintendenza ai Beni Ambientali ed Architettonici. Palazzo Salis é uno dei più importanti palazzi della provincia di Sondrio.

Percorso Museale

Palazzo Salis di Tirano ha recentemente aperto un percorso museale che, snodandosi attraverso alcune delle più belle sale della prestigiosa residenza di famiglia, consente ai visitatori di ammirare le pregevoli decorazioni, gli affreschi dal ricco ed in parte ancora inesplorato apparato iconografico, gli arredi storici e di prendere visione di una significativa documentazione sulla storia locale.

Giardino all’italiana

La visita può includere, su richiesta, anche il prezioso giardino all'italiana, una vera chicca nascosta all'interno di Palazzo Salis. Il giardino all'italiana é riportato su diverse antichissime piante del palazzo , tra cui una originale del 1813 visibile nella prima sala del museo.Il giardino all'italiana non é per nulla comune in ambito alpino, anzi rappresenta una vera rarità. In tutta la Valtellina se ne contano solamente 2, di cui quello di Palazzo Salis é il più grande e famoso. Un team di giardinieri cura con professionalità ed attenzione ogni anno la potatura della siepe di bosso, posta a formare 4 quadranti di labirinti, così come le rose, nonché la salute delle numerose piante da frutto e del maestoso e secolare cedro del Libano, che da oltre 2 secoli veglia sulla storia della nobile famiglia Salis.

Orari e aperture
Dal 1° aprile a fine ottobre : da lunedì a a sabato: dalle 10:00 alle 15:30 (ultima entrata ore 15)
Dal 1° novembre al 30 marzo : solo su prenotazione per gruppi
Per gruppi è possibile prenotare in altri giorni ed orari, così come è possibile completare la vostra esperienza unica a Palazzo Salis con un rinfresco, un pranzo a buffet o un pranzo di gala nelle più belle sale affrescate del Palazzo.


Per informazioni info@palazzosalis.com